Personale docente

Maria Veronese

Professore associato confermato

L-FIL-LET/04

Indirizzo: PIAZZA CAPITANIATO, 7 - PALAZZO LIVIANO - PADOVA . . .

Telefono: 0498274584

Fax: 049 827 8502

E-mail: maria.veronese.1@unipd.it

  • Il Lunedi' dalle 10:30 alle 12:00
    presso Liviano, II piano

Dopo la maturità classica, ha conseguito la Laurea in Lettere (indirizzo classico) e nel febbraio 1999 il titolo di Dottore di Ricerca in “Scienze storiche e filologiche della cristianità antica e altomedievale” (XI ciclo). Dopo una borsa di studio di durata biennale per l’attività di ricerca post-dottorato presso l’Università degli Studi di Padova, dal 1° settembre 2001 è diventata ricercatore presso l’Università degli Studi di Foggia nel settore scientifico-disciplinare L-FIL-LET/06 – “Letteratura cristiana antica” e dal 1° settembre 2007 professore associato; dal 2012 è incardinata nel S.S.D. L-FIL-LET/04 - “Lingua e letteratura latina” e dal 1° ottobre 2013 è docente presso l’Università degli Studi di Padova. Ha conseguito l’abilitazione per la prima fascia nel settore concorsuale 10/D4 Filologia classica e tardoantica (ASN 2013).
Da settembre 2015 è direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca "Studi Liviani".
Partecipa a diversi progetti di ricerca (PRIN, FIRB, FESR)
Fa parte del comitato scientifico della collana “Poeti cristiani”, della redazione della collana “Auctores nostri. Studi e testi di Letteratura cristiana antica”, nonché della segreteria di redazione della rivista “Vetera christianorum”. È revisore di alcune riviste e collane di studi di antichistica, nonché del Dottorato in Poesia greca e latina di età tardoantica e medievale dell’Università di Macerata.
È membro della direzione scientifica delle manifestazioni legate alle celebrazioni del bimillenario liviano “Livius noster”, del comitato scientifico della Lectura Patrum Fodiensis, della commissione organizzativa delle ‘Giornate di studio di Letteratura cristiana antica’ promosse dalla Consulta della Letteratura cristiana antica.
Già componente del Collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in ‘Filologia, Letteratura, Tradizione’ dell’Università degli Studi di Foggia, è attualmente componente del Collegio del Dottorato di Ricerca in ‘Scienze linguistiche, filologiche e letterarie’ dell’Università degli Studi di Padova.
Dal 2004 al 2008 è stata membro della Commissione di Ateneo per le Pari Opportunità.
Dal 2010 al 2016 è stata membro della Giunta direttiva della Consulta Nazionale della Letteratura cristiana antica (CULCA).
Coordina dal 2014 la Laurea Magistrale in Lettere Classiche e Storia antica.

Gli interessi di ricerca si sono inizialmente indirizzati sulla produzione originale di Rufino di Aquileia e sull’influsso dell’esegesi origeniana in ambito occidentale (Rufino di Aquileia e Vittorino di Petovio) e cappadoce (Asterio di Amasea). A quest’ambito si è affiancato lo studio degli aspetti letterari (fonti, citazioni di autori classici e cristiani, immagini topiche), esegetici (interpretazione e uso della Scrittura) e linguistici delle opere attribuite a Priscilliano. Particolare attenzione è stata dedicata alla figura di Cipriano vescovo di Cartagine e alla sua produzione letteraria, riservando specifici studi all’Ad Donatum, la prima opera ciprianea pervenuta e fortemente debitrice della formazione pagana dell’autore, e all’Ad Demetrianum, scritto polemico che si rivolge ai pagani, utilizzando argomentazioni e forme a loro familiari. Negli ultimi anni ha approfondito tematiche relative alla letteratura polemica in età cristiana, indagando lessico, espressioni formulari e strutture retoriche con particolare attenzione al rapporto di continuità e innovazione rispetto alla letteratura latina pagana. Ha ripercorso la storia degli studi sull’opuscolo pseudociprianeo De aleatoribus. Sul versante della ricezione della letteratura biblica e patristica in età moderna ha esaminato la ricca fortuna del personaggio veterotestamentario di Giuditta negli oratori musicali del XVIII secolo e il forte influsso di temi biblici e patristici sul cinema di Luis Buñuel. Nel contempo continua a studiare la produzione letteraria priscillianista sotto molteplici aspetti: storico, filologico ed esegetico.

Per comunicazioni è possibile inviare una mail indicando nome e cognome, matricola, corso di studio, dicitura esatta dell'insegnamento per il quale si chiedono informazioni.

Si comunica che nel mese di maggio il ricevimento è spostato al lunedì dalle ore 10.30 alle 12.00.
Il ricevimento di lunedì 15 maggio è posticipato a giovedì 18 dalle ore 9.30 alle ore 11.00.
AVVISO: causa sopraggiunti improrogabili impegni il ricevimento è spostato a venerdì 19 dalle 9.00 alle 10.00.