Bibliotheca Italica Manuscripta (BIM): descrivere, documentare, valorizzare i manoscritti medievali d'Italia

Nell'ambito del progetto generale, l'Unità locale padovana intende specificamente dedicarsi all'attività di censimento e catalogazione dei codici datati. Nel triennio l'Unità di Padova intende dunque, innanzitutto, completare la catalogazione dei manoscritti datati conservati nell'intero Piemonte (eccetto Torino),nelle province di Brescia, Como, Lecco, Lodi Monza, Sondrio e Varese, nella provincia di Bolzano, nella Biblioteca Capitolare di Padova, nel Friuli-Venezia Giulia e  nella provincia di Ferrara, portando a stampa almeno uno dei relativi cataloghi. Si intende inoltre continuare il lavoro di censimento e catalogazione dei manoscritti datati della provincia di Parma e di iniziare il lavoro di primo censimento dei codici datati di Mantova e provincia, della provincia di Pavia e della Valle d'Aosta. Verrà infine implementata la banca dati presente nel sito web dei Manoscritti datati d'Italia.

Termine del progetto
Anno 2016

Coordinatore Scientifico nazionale
Stefano Zamponi (Università degli Studi di Firenze)

Unità Operative
Paolo Eleuteri (Università Ca' Foscari, Venezia)
Marilena Maniaci (Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale)
Giancarlo Prato (Università degli Studi di Pavia)
Caterina Tristano (Università degli Studi di Siena)
Stefano Zamponi (Università degli Studi di Firenze)
Nicoletta Giovè (Università degli Studi di Padova)

Componenti unità padovana
Nicoletta Giovè (Responabile)
Laura Pani (Università degli Studi di Udine)
Simona Gavinelli (Università Cattolica Sacro Cuore, Milano)
Gionata Brusa (assegnista)